Chi ha una passione per l’arredamento lo sa: non bisogna trascurare nulla. Le superfici, i divani, i tappeti… tutto concorre a creare una casa accogliente e alla moda. E la tappezzeria, spesso dimenticata o trascurata, può rivelarsi un alleato prezioso nel determinare lo stile della tua villetta o del tuo appartamento, ovviamente per un giusto arredamento puoi rivolgerti a esperti del settore ad una tappezzeria a Roma.

Partiamo dalla cucina: sceglila total white, magari abbinando diverse tonalità di bianco, come il perla, l’avorio, lo zinco, ecc.
Le finestre potranno rimanere libere da tende, per un bagno di luce completo, oppure adornate da tendine bianche.


E alle pareti? Tappezzeria! Se qualcuno giudica la carta da parati inadatta all’ambiente in cui si cucina si sbaglia di grosso. L’importante è che la tappezzeria sia lavabile (ti basterà una spugnetta umida per togliere le eventuali macchie) e resistente.
Scegli una fantasia simpatica e rilassante, nulla di invadente, che a lungo andare potrebbe stancare. La tonalità predominante della tappezzeria potrebbe essere il bianco, per un effetto total white estremo, o pastello, per inserire un elemento di variazione, o, ancora, un colore scuro, per creare contrasto.
Passiamo in soggiorno: lo stile shabby chic è perfetto per avere una casa sempre alla moda. Inoltre è piacevole, rilassante, comodo e non stufa mai!
Divani di stoffa chiara, abbelliti da cuscini rivestiti di pizzo, graziosi mobiletti in legno verniciati di bianco, puff merlati e soprammobili di gusto romantico. Lo stile shabby chic sposa i colori tenui e opachi, le varie tonalità del bianco, il tortora, le tonalità pastello. Lo stile è fintamente dimesso, ma perfettamente curato in tutti i dettagli. I mobili sono di legno non laccato e sembrano usciti da una vecchia soffitta per essere recuperati con qualche mano di vernice. Pizzi e merletti la fanno da padrone, mentre nei complementi d’arredo prevalgono i decori vegetali. Anche qui la tappezzeria si rivela fondamentale: rigorosamente chiara, con fantasie classiche e delicate, senza eccessi, come se fosse un po’ sbiadita. Un’idea potrebbe essere scegliere una tappezzeria che riprenda i colori e la consistenza del legno grezzo.