Patrasso è la terza città più importante della Grecia per estensione e come centro di richiamo turistico-culturale.

Facilmente raggiungibile dall’Italia grazie ai tantissimi e comodissimi traghetti per Patrasso che nel periodo estivo percorrono questa tratta.Si trova a nord del Peloponneso ed è divisa tra parte alta e panoramica e più antica, dove si trova la Fortezza, e la parte bassa dove sorge la zona più nuova e con lo sbocco al mare.La città ha una storia plurimillenaria ed è stata sotto diverse dominazioni (Franchi, Saraceni, Ottomani Bulgari, Normanni etc.) che l’hanno in qualche modo caratterizzata con l’influenza delle loro culture che si può ravvisare tra le sue vie anche a livello architettonico.

Per la sua posizione geografica è stata da sempre considerata la porta per l’Occidente ed è anche il punto di riferimento per gli attracchi dei traghetti da e per l’Italia.

Occorrono circa 20 ore per raggiungere la città dall’Italia e il viaggio in se è altrettanto divertente.
E’ un’isola tra le più belle sia paesaggisticamente che per le strutture ricettive che si possono trovare per tutte le tasche: hotel, B&b, pensioni ma anche villaggi vacanze immersi nell’atmosfera frizzante di un paese con gente accogliente.
Il simbolo di una città “aperta” come Patrasso è sicuramente il ponte avveniristico di Rion-Antirio, che collega le due città omonime. La sua università è rinomata e nota per le facoltà tecnologiche e scientifiche di alto livello.
La via più caratteristica di Patrasso è di certo Aghiou Nikolaou, completamente pedonalizzata, dove si incontrano palazzi neoclassici di grande eleganza, ma anche negozi e hotel.
La piazza più importante è quella di Psila Alonia e Georgiou I dove sorge anche un suggestivo anfiteatro costruito nel ‘800.
Per gli appassionati di archeologia potete visitare sia il museo civico e quello etnografico dove ammirare la cultura antica, gli usi, i costumi e le tradizioni locali.
L’antico Odeum pare sia stato costruito ancor prima di quello di Atene e oggi è sede del noto Festival Internazionale di Patrasso, evento di cultura di respiro internazionale molto atteso ogni estate.
Un’altra attrazione di Patrasso da non perdere è sicuramente il suo castello risalente ai VI sec. d.C. e che fu costruito sulle rovine di un’acropoli. Da qui si ammira un panorama spettacolare di tutta la costa. Lo stesso castello è stato più volte bombardato durante la II guerra mondiale e danneggiato pesantemente da diversi terremoti nella storia, ma è stato sempre ricostruito per mantenere vivo un simbolo dell’identità locale.
La temperatura estiva non supera i 30°-32°. Ha quindi un clima mite, favorevole per vacanze rilassanti ma anche di divertimento tra locali tipici, discoteche, spiagge attrezzate, passeggiate lungo il mare e un’ allegra atmosfera mediterranea.