Quella di Xiaomi è una storia relativamente recente che ha iniziato a muovere i primi passi soltanto nel 2010, anno in cui il suo attuale CEO Lei Jun ha creato una realtà capace di andare ben oltre le semplici apparenze della telefonia mobile. In cinque anni di attività ed espansione sul mercato, Xiaomi è riuscita a conquistare sempre più notorietà e a farsi un nome nel panorama mondiale degli smartphone e dei tablet, arrivando oggi ad essere uno dei più prestigiosi produttori cinesi del campo. Ciò che ha permesso a Xiaomi di diventare un nome ed una garanzia è un’insieme di cose che rispondono principalmente a tre fattori: qualità, stile e ricercatezza. La ricca selezione di dispositivi mobili concretizza questi principi attraverso smartphone che spingono sulle prestazioni così come sulla componente artistica: il risultato è una vasta scelta di terminali che offre a tutti gli utenti un’esperienza su misura e creata in base alle numerose esigenze di ognuno.
Scopriamo quali sono gli smartphone Xiaomi dispositivi più rappresentativi del ricco catalogo
Xiaomi Mi4c

Lo Xiaomi Mi4c è il top di gamma più performante attualmente disponibile sul mercato. Poche introduzioni e tante riconferme per il fiore all’occhiello della linea firmata Xiaomi, che a distanza di pochi giorni dalla sua uscita rimarca una volta in più le sue qualità software e hardware. Esteticamente accattivante come pochi e tecnicamente potente come nessun altro, l’Mi4c è disponibile in due versioni: la prima ospita uno spazio di archiviazione di 16GB con 2GB di RAM mentre la seconda integra una memoria di 32GB con 3GB di RAM. Fatta eccezione per questa significativa differenza fra i due modelli, la doppia iterazione dello Xiaomi Mi4c rimane tecnicamente la stessa in ambedue i casi.
Il processore Snapdragon 808 MSM8992 offre la possibilità di eseguire più app contemporaneamente tramite un multitasking sempre all’altezza ed una qualità che non viene mai meno anche e soprattutto nella componente video, ambito in cui la potentissima GPU Qualcomm Adreno 418 600MHz recita la parte del leone. Ovviamente qui è lo schermo IPS da 5 pollici con risoluzione 1920×1080 pixel a rendere tutto visibile e a concretizzare la potenza hardware del terminale, cosa che permette allo smartphone di restituire un comparto visivo di assoluto livello ed un’esperienza ottimizzata per le normali app così come per i più esigenti videogiochi mobile disponibili su Play Store.
Per un Mi4c di rifrimento con 16GB di memoria e 3GB di RAM, lo shop italiano ufficiale del produttore offre un prezzo di circa 370 euro con costo variabile in base alla versione e al quantitativo dello spazio di archiviazione. Per tasche un po’ più modeste esistono dispositivi come il Redmi 2, dal costo non superiore ai 160 euro e con caratteristiche tecniche da dispositivo di fascia media. Qualora vogliate andare oltre il concetto di smartphone, Xiaomi propone anche il Redmi Note, un ibrido smartphone/tablet di prima classe con un costo contenuto e con prestazioni da primato.
Che il vostro sia un interesse puramente stilistico o magari rivolto anche alle performance, il produttore cinese vi offre una scelta quantomai vasta e nutrita. Starà solo a voi scegliere lo smartphone che più vi aggrada, Xiaomi penserà al resto.