Due mondi opposti che offrono entrambi un delizioso caffè, diverso nella struttura, nel sapore, nel gusto, ma in ogni caso ottimo. Ma per preparare un buon caffè è meglio la moka o il caffè in capsule?

Per venirne a capo è bene riporre la soggettività e il gusto personale, e valutare attentamente i pro e i contro di ciascuna delle due soluzioni. Clicca qui per saperne di più.

Partiamo dalla caffettiera, elemento imprescindibile della cucina e delle famiglie italiane, celebrata in tantissimi film e spot pubblicitari. Probabilmente non esiste persona nel nostro Paese che non associ il termine moka ai ricordi dell’infanzia, al rumore del caffè che sale, al profumo che si sprigiona nella casa di prima mattina. Per non parlare dei legami affettivi, come magari il ricordo dei nonni e delle vacanze estive; c’è sempre una moka nella nostra storia, e c’è sempre qualche bel ricordo che la accompagna. Per non parlare poi del sapore caffè preparato, che la caffettiera riesce a sprigionare grazie al processo di filtraggio dell’acqua spinta dalla pressione interna, e che assume un gusto intenso e deciso, tipico delle varietà robusta ed arabica. Inoltre la moka è indubbiamente uno strumento di facile e rapido utilizzo, e se utilizzata correttamente riesce a fornire un caffè di qualità molto vicina a quella un espresso. Di contro ci sono delle accortezze da tenere presenti, come la pulizia della caffettiera stessa, il controllo del filtro, la cottura su fuoco basso, l’utilizzo di acqua possibilmente non troppo dura, e non per ultimo la qualità del caffè macinato che deve essere sempre di alto livello.

Passando alle capsule, il pensiero va sicuramente alla modernità, ai nuovi modi di fare caffè, allo scoprire nuove fragranze e nuovi aromi. L’utilizzo di macchinette e di capsule è quindi forse meno romantico della caffettiera, ma dalla sua parte ha la vastissima gamma di possibilità e di scelte che esistono sul mercato. E’ possibile difatti grazie alle capsule, assaporare infinite varietà di caffè, passare da sapori dolci a quelli più intensi e variegati, passando per sentori di vaniglia o di caramello. Il tutto in un’unica macchina per il caffè.

Oltre al gusto, anche la qualità del caffè prodotto con una buona macchina, risulta essere ottima e richiama i sapori dei classici espressi presi al bar. Logicamente la qualità delle capsule deve anch’essa essere buona, e come per la moka, bisogna avere l’accortezza di controllare periodicamente il grado di durezza dell’acqua. Un’acqua troppo dura, alla lunga distanza, può causare dei malfunzionamenti delle macchine per caffè, alterando anche in negativo il sapore del prodotto finale.

Esiste quindi una risposta alla domanda se è meglio il caffè preparato con la caffettiera o quello in capsule?

Forse non esiste una risposta oggettiva, e tutto risiede nel nostro palato e nel nostro gusto personale. Una cosa è certa, solamente il caffè riesce a regalarci una quantità tale di aromi, di sapori e di emozioni, da avere la possibilità di utilizzare vari metodi per produrlo. E ognuno di questi ci regalerà dei bellissimi momenti e un buon caffè, da sorseggiare soli o in compagnia.